Ultima modifica: 1 Settembre 2019
> Eventi > Anno scolastico 2019/20:saluto del Dirigente ai docenti, al personale ATA , agli alunni e alle famiglie

Anno scolastico 2019/20:saluto del Dirigente ai docenti, al personale ATA , agli alunni e alle famiglie

Domani due settembre 2019, inizia ufficialmente il nuovo anno scolastico 2019/20, pertanto come è giusto che sia ma anche con il piacere di farlo, intendo rivolgere a tutti coloro che vivono e operano nella scuola o che con essa sono anche solo occasionalmente in contatto, i miei migliori auguri per un nuovo percorso di vita, di esperienze umane e professionali che docenti, genitori e alunni intraprenderanno sotto la mia guida e il mio sguardo umilmente attento e severo, con la speranza che il nuovo anno porti con sé  il meglio per tutti. Voglio sperare in un nuovo anno ricco di sorprese e di sorrisi per tutti coloro che con me condividono la fatica, la cura, gli sforzi individuali e collettivi per fare di ogni giorno una nuova occasione di crescita, di scambio di conoscenze, di valori e di buoni esempi da offrire ai nostri futuri cittadini.

Ringrazio tutti, dunque, di quanto fatto finora insieme, certa dei risultati sempre migliori che i nostri alunni saranno in grado di raggiungere grazie alla quantità e qualità del buon lavoro di squadra svolto insieme dai docenti e da tutto il personale in servizio nella nostra scuola.

Mi corre l’obbligo di salutare e ringraziare per la sua vicinanza e sollecitudine alla scuola il nostro DSGA Sebastiano Barone e tutta la squadra di segreteria nonché i preziosissimi collaboratori scolastici che rendono vivo e concreto il lavoro di squadra.

Un augurio ai genitori delle classi prime che ci consegneranno bambini i propri figli e ogni giorno li vedranno sempre più  seri e responsabili. Non tutto è bello e facile, ci saranno i momenti di scontro, di impazienza, di amarezza e di delusione per tutti ma se dalle sconfitte impareremo  qualcosa me per prima, allora potremmo dirci soddisfatti

L’apertura del nuovo anno scolastico è un momento emozionante, importante e intenso, perché trasmette fiducia nel futuro di cui tutti noi che ogni giorno viviamo la preziosa avventura dell’educazione e della formazione, siamo protagonisti. È al tempo stesso  occasione per riflettere sull’importante ruolo che la scuola è chiamata a svolgere nella società contemporanea.

 Quando si parla della scuola si parla del destino del nostro Paese, delle speranze e delle aspirazioni di migliaia di famiglie, di ragazzi e ragazze che contribuiranno, attraverso il loro personale cammino, all’Italia di domani. Non c’è futuro senza una scuola che sia all’altezza di questo compito.

La scuola, accanto ed insieme alle famiglie, ha il compito di istruire e formare cittadini consapevoli e critici, liberi di pensare, capaci di affrontare le sfide della vita, di dare un senso alle conoscenze, trasformandole in competenze.  Perché, come ricordava Don Milani, “Quando avete buttato nel mondo di oggi un ragazzo senza istruzione avete buttato in cielo un passerotto senz’ali.”

Il mio auspicio è che il nuovo anno scolastico sia anche l’occasione per riflettere sul ruolo della scuola in questa società moderna, dinamica e globale, che deve sapersi rinnovare costantemente, senza dimenticare la centralità delle persone. 

Agli alunni voglio augurare , che l’anno scolastico possa essere un prezioso contributo per costruire l’irripetibile e unico edificio che è la loro vita.

 Non  sprecate il tempo, “usate” bene e fino in fondo la scuola, servitevene per la vostra persona, per comprendere meglio la realtà che vi circonda e per costruire relazioni con gli altri. Impegnatevi e studiate in modo serio, siate protagonisti delle avventure del sapere e vedrete che la nostra scuola sarà più bella. Abbiate sempre un atteggiamento positivo e costruttivo nei confronti di tutto e di tutti.

A voi Insegnanti, che accompagnate i nostri ragazzi alla scoperta del nostro patrimonio letterario, storico, matematico, scientifico, geografico, filosofico, artistico, linguistico, pedagogico ed etico, auguro che le vostre competenze e fatiche possano essere ben ripagate.Una scuola migliore parte da voi, perché, come ricordava Martin Luther King: “Può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla.” Abbiate perciò il coraggio di volare e di osare. Rivendicate con forza e dignità la vostra professionalità curando  e rispettando voi per primi i principi etici, morali ed educativi di cui siete trasmettitori attraverso l’aggiornamento continuo di contenuti e modalità che dimostrano una scuola in divenire e una mente attiva e progressista che la rende tale.

Buon Anno Scolastico!

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Antonella Esposito